... un po' di stile: piccoli accorgimenti

Il nostro corpo ha delle proporzioni (e a volte delle sproporzioni!) di cui è necessario tenere conto quanto scegliamo che cosa indossare.Intorno ai Cinquanta, poi, cominciano a essere evidenti dei cambiamenti che creano qualche spaesamento e ci costringono a porci la domanda, non amletica, ma neppure frivola “Cosa mi metto?”
Bel quesito! E chi lo sa....  non tutte sono guidate da un gusto sicuro e supportate da un portafoglio a fisarmonica.
Detto questo, molto si può fare per rispettare le proporzioni del nostro corpo, tenendo conto di una regola di buon senso: lo sguardo cade dove c'è qualcosa che lo attrae. Quindi....evitare di evidenziare con accessori aggiuntivi, colori sgargianti, indumenti sbagliati quei punti che vorremmo passassero inosservati.

Una collana vistosa attira lo sguardo sulla scollatura: sicure che sia il caso? Orecchini pendenti troppo lunghi accentuano le linee di un viso spigoloso e stretto, una collana girocollo evidenzia un collo tozzo, tacchi a spillo evidenziano le dimensioni di un polpaccio robusto.La maglia lupetto stronca anche i colli alla Modigliani, mentre un pullover a collo alto sta bene a tutte. 

Non è vero che una camicia overzise nasconde i chili di troppo. Le camice, se si è sovrappeso, non devono essere aderenti ma neppure troppo larghe.Pantalone a vita bassa? No, grazie, a meno di essere un'acciuga. I pantaloni devono essere classici, a vita alta, la parte di sopra dipende dalle caratteristiche del busto. Un bel cardigan che scende sui fianchi è giusto per tutte.
E così via.....

Se volete scrivete, e Laura, la nostra esperta, vi fornirà qualche consiglio personalizzato. Sennò, aspettate il nostro libro di consigli bloomer che sarà pubblicato tra qualche mese!!!!